Politica

Jole Santelli: “L’agricoltura calabrese è in ginocchio”

“L’agricoltura calabrese è in ginocchio, mortificata da un quinquennio devastante che le ha tarpato le ali”. Lo afferma, in una nota, la deputata Jole Santelli, coordinatrice regionale di Forza Italia. “Basterebbe pensare alla mancata pubblicazione dei bandi comunitari per le produzioni biologiche – prosegue Santelli – per rendersi conto come sia stato ridotto un settore così strategico.

L’Arssa, che porta con se un potenziale enorme, è stata umiliata e mortificata, lasciata in gestione a chi ha altri molteplici incarichi, senza valorizzarne l’autonomia e la funzione, ivi compresa la gestione delle strutture turistiche silane.

L’internazionalizzazione dell’agricoltura è in condizioni inenarrabili, con un immobilismo impiegatizio che fa perdere straordinarie occasioni alla filiera dell’olio, del bergamotto e del vino, solo per citare alcuni casi”.

“Il consuntivo che presenta Mario Oliverio – sostiene ancora la parlamentare di Fi – è desolante, inquietante e frutto di un lassismo che ha fatto perdere posti di lavoro e occasioni di crescita a un segmento fondamentale della fragile vita economica calabrese”.