Cronaca

Sorpresi mentre tagliavano abusivamente legna nel territorio di Acri. Due denunce

ACRI (COSENZA) – Sorpresi mentre tagliavano legna abusivamente in una proprietà privata in località “Pertinella” di Acri.

Per due uomini, C.D.C. e A.D.C, è scattato l’arresto da parte dei militari della Stazione Carabinieri Forestale del luogo. La pattuglia, durante un servizio di controllo ambientale, ha sorpreso i due mentre tagliavano delle piante di un bosco ceduo di castagno.

Al momento dell’arrivo dei militari avevano appena abbattuto una pianta di castagno ed erano intenti a depezzarla con l’ausilio di una motosega. I due uomini avevano un automezzo nel cui cassone erano stati già caricati circa 7 quintali di legname il quale, dai rilievi effettuati sul posto, era corrispondente con le ceppaie presenti in bosco e risultate tagliate.

Il controllo ha evidenziato, inoltre, come i due uomini fossero sprovvisti delle autorizzazioni necessarie al taglio e non erano in grado di fornire le generalità del proprietario del bosco.

Si è quindi proceduto all’arresto in flagranza di reato, e al sequestro della motosega, dell’automezzo utilizzato per il trasporto della legna e dell’area, oltre 2000 metri quadri, interessata al taglio di diverse piante. La legna è stata in seguito consegnata al proprietario. L’arresto è stato convalidato e i due uomini liberati in attesa del processo con rito abbreviato.