Cronaca

Lattarico. Prova a strangolare la moglie, lo ferma la figlia di 9 anni

RENDE (COSENZA) – Si presenta davanti i carabinieri di Rende e confessa: “ho fatto una cosa grave”.

Ai militari, l’uomo di 63 anni, spiega di aver tentato di uccidere la moglie con un cavo elettrico stretto intorno al collo. La tragedia è stata evitata grazie al tempestivo arrivo nella stanza della figlioletta di 9 anni che, impaurita, si mette a gridare.

Da qui il 63enne miracolosamente si ferma ed esce di casa lasciando la moglie riversa a terra. I Carabinieri immediatamente allertano il Comando Stazione di Lattarico che individuano l’abitazione e si precipitano presso la famiglia trovando la donna e la bambina che prestava le sue cure alla madre.

La donna viene trasportata al nosocomio di Cosenza per le necessarie cure e gli inquirenti accertano il tentativo di strangolamento da parte del marito dopo l’ennesimo litigio per motivi futili. Si scoprono anni di vessazioni e altri episodi di maltrattamento in famiglia.

Per l’uomo scatta il fermo che viene successivamente convalidato dalla Procura Bruzia in custodia in carcere con l’accusa di indiziato di delitto, si sono quindi spalancate, per il 63enne, le porte della casa circondariale di Cosenza.