Cronaca

Cosenza. Violenze su convivente davanti ai figli piccolissimi, marocchino in manette

COSENZA – Gli agenti della squadra mobile di Cosenza, in esecuzione di una ordinanza emessa dal Gip su richiesta della Procura bruzia guidata da Mario Spagnuolo, hanno arrestato un 30enne di nazionalità marocchina, T.H., domiciliato a Cosenza, poiché resosi responsabile di maltrattamenti in famiglia, violenza sessuale, lesioni e violenza privata, tutti reati perpetrati nei confronti della convivente. 

Le indagini condotte dalla questura hanno consentito di accertare che l’uomo, in stato di alterazione dovuto all’utilizzo di sostanze stupefacenti ed alcoliche, maltrattava ed ingiuriava la donna davanti ai figli minori di 1 e 4 anni.

L’uomo non accettava lo stile di vita occidentale della convivente picchiandola e maltrattandola anche per futili motivi. Inoltre T.H., sempre attraverso minacce e percosse, costringeva la donna a subire violenza fisica e psicologica durante i loro rapporti intimi.

Preoccupata sopratutto dal carattere violento del convivente, la donna non ha mai sporto denuncia per paura di ritorsioni.

Fondamentali sono state le indagini svolte autonomamente dalla polizia che hanno fatto emergere il quadro di violenze familiari esercitate dal marocchino, ritenuto soggetto socialmente pericoloso ed incline ad una visione integralista, tra l’altro risulta segnalato ed attenzionato per spaccio di sostanze stupefacenti in zone frequentate da minori.