Cronaca

Cosenza: nell’acqua presenza batteri di origine fecale, la denuncia di Morra

«Dai prelievi effettuati e verificati dalla stessa Azienda Sanitaria Provinciale – afferma il senza del Movimento 5 Stelle Nicola Morra – alcune fontanelle pubbliche della città offrivano dal 2018 acqua con presenza di batteri coliformi e di escherichia coli che la legge non consente. Le fontane rappresentano il terminale di una rete idrica che si snoda sul territorio servendo rioni e interi quartieri. Se l’acqua in quel punto è contaminata è presumibile che lo sia anche quella degli appartamenti nelle palazzine immediatamente adiacenti alla fontanella. contaminati. L’obbligo previsto dalla legge era quello non soltanto di provvedere a ripristinare la potabilità, ma soprattutto di informare i cittadini».

«A Cosenza c’è lo storico problema dell’approvvigionamento idrico, – continua Morra – nonostante sia in un territorio ricchissimo di acqua. Se poi scopriamo che la qualità di quest’acqua forse non è la migliore possibile, anche a tutela della salute pubblica, qualche dubbio ce lo abbiamo sulle autorità che dovrebbero garantire la salute di noi cittadini. Per troppi mesi abbiamo assistito ad un rimbalzo di responsabilità tra Sorical e Comune. A noi interessa che qualcuno in Procura magari, approfondisca il tutto perché dobbiamo difendere la salute dei cittadini. Che poi sia responsabilità dell’uno e dell’altro, lo dovrà decidere un magistrato qualora si accerti la responsabilità. Vorremmo solo essere rassicurati – chiude il senatore Morra – in merito alla qualità dell’acqua che viene immessa nella rete».