Cronaca

Chiesti 80 anni di carcere per il “Branco di Melito”

REGGIO CALABRIA – Chiesti quasi 80 anni di carcere per il branco che abusò di una ragazzina di 13 anni di Melito Porto Salvo. Il sostituto procuratore Francesco Ponzetta, ha chiesto condanne che oscillano dai 16 anni e sei mesi ai tre anni e due mesi di reclusione.

Tra le accuse: violenza sessuale  di gruppo aggravata, atti sessuali con minorenne, detenzione  di materiale pedopornografico, violenza privata aggravata, lesioni personali aggravati, atti persecutori e favoreggiamento personale.

Il pubblico ministero nello specifico, ha invocato per Davide Schimizzi 16 anni e sei mesi, per Giovanni Iamonte 15 anni, per Antonio Verduci 10 anni e 10 mesi, per Michele Nucera 12 anni  (assoluzione per un capo d’accusa ), e poi per Daniele Benedetto 7 anni, per Lorenzo Tripodi 8 anni(assoluzione per alcuni capi di imputazione ), per Pasquale Principato 8 anni, e per Domenico Mario Pitasi 3 anni e 2 mesi di detenzione.