Attualità

Lamezia. Report sul convegno Agricoltura biologica e norme di riferimento

“La Calabria si presenta in Italia e fuori dai confini nazionali con circa 8 mila operatori ed oltre 130 mila ettari di terreni convertiti all’agricoltura biologica, dato che colloca la nostra regione come virtuosa per incidenza sul mercato bioagricoltura” dice Maurizio Agostino, dell’associazione Agricoltura Biologica Calabria (ABC) – che introduce i lavori del seminario tecnico “AGRICOLTURA BIOLOGICA NUOVE NORME DI RIFERIMENTO” Cosa cambia per i produttori e i diversi soggetti della filiera”, tenutosi nella sala conferenze di Unioncamere a Lamezia Terme. – E continua – La Calabria ha convertito parte consistente del proprio territorio, puntando così alla riqualificazione dei processi produttivi e ad uno sbocco qualificato sul mercato.

Clementine, olio extravergine di oliva e la novità del vino biologico con molte cantine che producono ed imbottigliano in Calabria, sono i nostri prodotti che per loro altissima qualità che trovano posizionamento anche sul mercato internazionale. E’ un grande patrimonio da tutelare e da incrementare”.

Questa la premessa ad una giornata di informazione voluta da ABC (Agricoltura Biologica Calabria) in collaborazione con ICEA e destinata a che ha visto intorno ad un tavolo rappresentanti della Pubblica Amministrazione (Dipartimento Agricoltura della Regione Calabria, ARCEA),dirigenti delle organizzazioni e professionali agricole, tecnici ed operatori dei CAA, quadri tecnici degli organismi di controllo, tecnici liberi professionisti e aziende del settore per approfondire le dinamiche applicative ed i prerequisiti delle nuove norme che regolamentano la produzione biologica.

Le relazioni di Maurizio Agostino (ABC Calabria), Mariano Serratore, responsabile Certificazione ICEA Calabria, di Alessandra Celi, Dirigente Settore 6 – Dipartimento Agricoltura e Risorse Agroalimentari Regione Calabria, di Francesco Del Castello, Commissario Straordinario ARCEA, e il confronto con i numerosi rappresentanti delle associazioni di produttori, tecnici e agricoltori intervenuti al seminario tecnico, hanno segnato la tappa di inizio di una sorta di tour che farà tappa in altre città della Calabria “esattamente 9 appuntamenti. – dice ancora Maurizio Agostino – da Trebisacce a Melito di Porto Salvo, percorreremo la Calabria per divulgare ed informare sui nuovi regolamenti in materia di agricoltura biologica, perché la virtuosità di cui si parlava prima non venga falsata ed ingannata dalle mancate applicazioni delle norme che in Italia cambiano continuamente alle quali siamo tenuti ad adeguarci”.

Gli eventi formativi proseguiranno con il calendario riportato di seguito:

08/03/2019 – Corigliano Calabro (CS) Masseria Brica Rossa – C.da Bricarossa ore 17.00-19.00

20/03/2019 – Trebisacce (CS) Sede Coldiretti – Via Buonarroti, 13; ore 17.00-19.00

22/03/2019 – Strongoli (RC) Az. Agricola Ceraudo – C.da Dattilo; ore 17.00-19.00

27/03/2019 – Sellia Marina (CZ) Sala Consiglio Comunale – Via Acqua delle Mandrie; ore 17.00-19.00

29/03/2019- Bianco (RC) Sala consiglio comunale – Via Vittoria; ore 17.00-19.00

03/04/2019 – Stilo (RC) Sala Comunale “Eunomia”- Viale Roma 34; ore 17.00-19.00

05/04/2019 – Roccabernarda (KR) Sede AOC – Località Giardini; ore 17.00-19.00

09/04/2019 – Gioia Tauro (RC) Sede APOR – Via Pio IX, 9; ore 17.00-19.00

10/04/2019 – Melito Porto Salvo (RC) Sala ex Mercato Coperto – Via Nazionale 58; ore 17.00-19.00

Note tecniche

I seminari avranno come punto focale l´informazione e l´applicazione dei sottocitati DL, DM e regolamento.

DL 20 del2018 del 23 febbraio 2018, “Disposizioni di armonizzazione e razionalizzazione della normativa sui controlli in materia di produzione agricola e agroalimentare biologica…” introduce un regime sanzionatorio per le aziende e gli organismi di controllo operanti in agricoltura biologica.

Decreto MiPAAFT n. 6793 del 18 luglio 2018, “Disposizioni per l’attuazione dei regolamenti (CE) n. 834/2007 e n. 889/2008 e loro successive modifiche e integrazioni, relativi alla produzione biologica e all’etichettatura dei prodotti biologici”, abroga e sostituisce il decreto n. 18354 del 27 novembre 2009, con il quale sono stati recepiti i Regg. CE n. 834/07 e n. 889/08.

Il 14 giugno 2018 è stato pubblicato il nuovo regolamento UE 2018/848 del Parlamento europeo e del Consiglio relativo alla produzione biologica e all’etichettatura dei prodotti biologici che abroga il regolamento CE n. 834/2007. Il testo è entrato in vigore il terzo giorno successivo alla pubblicazione, e si applicherà a decorrere dal 1 gennaio 2021.