Attualità

Calabria. 60 anni della Rai Radiotelevisone

COSENZA, 11  DICEMBRE  1958, inaugurazione della Sede RAI per la Calabria, a  Cosenza in via  Montesanto,  giorno 11 Dicembre 2018  festeggiamo i 60 anni.

Insieme a tanti lavoratori della  RAI  si e’ cercata una motivazione  che  unisse gli sforzi  di tutte  le generazioni e  di tutte le categorie lavorative, nessuna esclusa.

Abbiamo trovato  un filo conduttore  che  si trova  nelle splendida e poliedrica  figura del primo Direttore della Sede Regionale , ovvero  di  Enrico Mascilli Migliorini. Nel  2013, grazie a RAISenior e’ stato organizzato un convegno all’UNICAL:  RAI, servizio pubblico, territorio: ieri,oggi e domani,  in collaborazione con la stessa Sede Regionale e  con tante Direzioni Aziendali Nazionali della RAI e’ stato possibile durante un lungo monologo registrato magistralmente in audio/video da Umberto Casella attuale Direttore di Nuova Armonia a Napoli a casa dello stesso Mascilli ad ottobre del 2013, in quel monologo Enrico Mascilli Migliorini ci ha raccontato  tante  curiosita’, sulla Sede calabrese.  Tra le tante curiosita’  ci racconto’ di  un giovane studente  di Cosenza, non ricordando il nome,   che ando’ a Torino per  studiare  ingegneria al politecnico  divenendo  poi   responsabile della progettazione di tutte le  reti di ponti radio della RAI, e che contribui alla realizzazione degli  impianti per collegare  la Sede di via Monte Santo di Cosenza alla  rete nazionale  della RAI.  Altro aspetto  importante  degli uomini illustri  che la Calabria e Cosenza, in particolare, possono  vantare e’ che l’ing. Cristofaro Eduardo, nome ritrovato di recente, in occasione di un convegno   e’ lo zio di Stefano Rodota’.

Alla Sua  morte avvenuta un paio di anni piu’ tardi nel 2016 sul corriere del mezzogiorno del Corriere della Sera  Mascilli Migliorini fu ricordato da Giuseppe  Galasso come ‘EROE DEI GIORNI FERIALI” per le imponenti  iniziative che realizzo’ nella sua vita, che hanno lasciato un solco indelebile, a cominciare dalla fondazione del  quotidiano Messaggero Veneto che e’ ancora presente sullo scenario dell’informazione

Mascilli Migliorini innanzitutto giro’ per la Calabria  in lungo e  in largo per  aumentare la copertura radio dei segnali  radiofonici e televisivi della RAI,  la prima trasmissione della Televisione avvenne da Torino solo dal 1954, percio’ si deve  a Mascilli Migliorini e a tutti i tecnici dell’ Alta Frequeza della Sede RAI che hanno permesso di abbellire le  montagne della Calabria, grazie alle torri  trasmittenti della RAI  si offrivano  cosi’  ai turisti dei vari Parchi Nazionali dei punti di riferimento, delle  mete  per gustare i meravigliosi panorami della   Calabria stessa.  Mascilli, come tutti i Direttori di Sede  poteva firmare  contratti di compra-vendita dei terreni  per i trasmettitori ovviamente su delega  diretta dell’ allora Amministratore Delegato  l’ing. Rodino’, tale diffusione capillare dei ripetitori fu riconosciuta piu’ tardi  dal Direttore Generale  Biagio Agnes in un convegno a Rossano (CS) 13 e 14 giugno 1986 dal suggestivo titolo: “La RAI e il MEZZOGIORNO: professionalita’ e impegno civile. Poi  Mascilli seguiva  le trasmissioni giornalistiche e i programmi radiofonici e fece un programma radiofonico sull’eroe degli Albanesi Giorgio Castrita Scanderberg per il quale la citta’ di Napoli gli conferi’ un ambito premio, appunto “Premio Citta’ di Napoli”.

Per  ricordare  tale  data  storica, la sede  ha organizzato vari  eventi  due giorno 11 Dicembre  2018 un convegno da titolo:  VERITA’ E  STRATEGIA DEL CONSENSO dalla Comunicazione di Massa ai social Media, a cui prenderanno parte il Presidente dell’Ordine  Nazioanle dei Giornalisti il dott. Carlo Verna, il Direttore dell’Istituto di Formazione di Giornalismo di Urbino, che e’ stato fondato da Mascilli Migliorini e altri docenti e autorevole presenza dei Vescovi di Cosenza –Bisignano Mons. Francesco Nole’  e l’Eparca della  Diocesi Continentale  di Lungro della chiesa bizantina cattolica in Italia di rito orientale Mons. Donato Oliverio e il dott. Antonio Minasi  gia’ Dirigente RAI Capo Struttura dei PROGRAMMI  REGIONALI , segue la sera del 11 dicembre lo spettacolo al Teatro Rendano della citta Cosenza che gia’ ha fatto sold out offerto alla RAI  dal Liceo Musicale Lucrezia della Valle : “e se domani fosse ieri”, commedia musicale liberamente tratta da “Se il tempo fosse  un gambero”

Inoltre per  mantenere  fede ai principi di fondazione di un Servizio Pubblico  Radio Televisivo che si basa  su tre pilastri:  Informazione, Educazione e Intrattenimento  nonche’ all’importantissimo  rapporto con il Territorio sono stati organizzati altri due eventi  in altre citta’ importanti della Calabria uno il giorno 13 Dicembre p.v.  presso il Consiglio Regionale su; “il linguaggio televisivo nella TV dei ragazzi”  a cui prendera’ parte oltre al Garante per l’infanzia e l’Adolescenza Antonio Marziale, anche  il Vice Direttore della Direzione  RAI Ragazzi dott.ssa  Mussi Bollini  l’Assessore del Comune di Reggio Calabria alla pubblica istruzione   docente  di scuola superiore  prof.ssa  Lucia Anita Nucera, il Presidente del CoReCom Calabria dott. Pino Rotta, il Prof. Giampiero Gamaleri docente di Sociologia e gia’ Direttore del Dipartimento . Mentre  presso l’Universita’ della Magna Grecia di Catanzaro il cui si parlera’ di “IL TEATRO IN TELEVISIONE”  a cui partecipera’ il Direttore delal Sede della Liguria anche per le sue esperienze di Direttore di RAIDUE e di  RAI5,  dott. Massimo Ferrario il programmista  – regista  dott.  Roberto de Napoli e altri  relatori come la dott.ssa Tiziana Iaquinta che trattera’ un tema molto importante sulla pedagogia del dolore da far  comprendere ai degenti del Policlinico Universitario della stessa Universita’ Magna Grecia   attraverso rappresentazioni teatrali.

Giorno  11 dicembre  2018 anche grazie alla fattiva collaborazione della TGRCalabria diretta  dal Capo Redattore dott. Luca Ponzi,  le celebrazioni dei 60 anni per la inaugurazione della sede della RAIRadiotelevisione Italiana sara’ annunziata nel corso di  Buongiorno Regione, tempo permettendo,sfilera’ nel cortile interno della  Sede RAI a Cosenza la  Fanfara del 1 Reggimento dei Bersaglieri presente a Cosenza.

In ogni intervento culturale che si svolgeranno nel corso del mese di Dicembre – come  ha confermato il direttore della sede Demetrio Crucitti –  verra’ proiettato un video  realizzato dalla  Produzione della  Sede  magistralmente commentato, dalla gia’  programmista – regista RAI  dott.ssa  Eugeni Anna Bruna,  che illustrera’ gli ultimi sessanta anni della Calabria ricordando anche  un intervento storico  di Corrado Alvaro, trasmesso da Napoli, negli anni precedenti  all’inaugurazione della Sede,   via radio  il Corriere della Calabria.